Il Tibet in fiamme

1 millione è il numero di tibetani, la cui morte è dovuta a imprigionamento, tortura ed esecuzione da parte del governo Cinese.

I diritti universali dell’uomo dovrebbero essere un’ovvietà. Non è ancora così. In Tibet, a causa dell’occupazione cinese, la situazione è drammatica.

1 millione è il numero di tibetani, la cui morte è dovuta a imprigionamento, tortura ed esecuzione da parte del governo cinese.
28 sono i tibetani che si sono dati fuoco nel mese di novembre. 
92 sono le autoimmolazioni ad oggi, oltre 70 le morti ad esse correlate.
Nel 2008 un report delle Nazioni Unite ha dichiarato che la tortura nel Tibet è largamente diffusa.
Un milliardo è il numero di persone che dipendono dalle sorgenti d’acqua del Tibet, la più ampia riserva di acqua al mondo, ora minacciata dalle estrazioni a cielo aperto, dalla deforestazione, dalla costruzione di dighe e dalla deviazione dei fiumi da parte del governo cinese.
Oltre 6 millioni di monasteri tibetani sono stati distrutti dopo l’invasione cinese.
45% è il tasso di analfabetismo nel Tibet.

Michil
Condividi su Facebook

Altri temi attuali

A natale regala un sorriso

Basta poco per fare un regalo speciale e far sorridere un bambino del Togo o una donna in Afghanistan, una semplice donazione che può cambiare la vita alle persone.

Approfondisci

Jhamtse Gatsal

Jhamtse Gatsal in tibetano significa “giardino d’amore e compassione”, è una comunità di 90 bambini orfani, che hanno trovato rifugio nell’orfanotrofio voluto da Lobsang.
Approfondisci

C'è sempre una prima volta

L’8 luglio la Costa Family Foundation ha organizzato un aperitivo di beneficenza all’albergo Posta Marcucci di Bagno Vignoni per presentare il progetto ‘Sangue è vita’.
Approfondisci
Altri temi

Dona il 5X1000 alla Costa Family Foundation! Non costa niente e aiuta molti.

Ecco i dati per il 5X1000

Denominazione: Costa Family Foundation o.n.l.u.s.
Codice fiscale: 92028490214

Mandami i dati tramite e-mail