La farm in Uganda, il report del 2016

La farm in Uganda, il report del 2016

Grazie ai silos costruiti insieme alla Costa Family Foundation, siamo riusciti a sfamare la comunità, nonostante la grave carestia.
 

Nel corso del 2016 sono stati distribuiti 50 maialini femmine a 25 famiglie (2 per ogni famiglia), 345 allevamenti di pulcini di razza a 23 famiglie (per ogni famiglia almeno 15 pulcini) e 500 chilogrammi di sementi ad alta resa. Sin dall’inizio dell’attività della farm, l’agricoltura è stata l’impiego principale per quasi il 100% dei beneficiari. Fino alla seconda metà del 2016 gran parte dei contadini appartenenti alla comunità ha avuto cibo a sufficienza per stoccarlo alla banca dei semi e nei silos della farm. Purtroppo dalla seconda metà dell’anno una secca molto forte, la più grave negli ultimi 20 anni, ha causato la perdita di tutto quello che era stato piantato da parte dei contadini beneficiari. Il costo del cibo è perciò duplicato, in alcuni casi addirittura triplicato, lasciando gran parte della popolazione in balìa della fame, della sete e della disperazione. Nonostante la grande secca tuttavia, la SDF non ha mai avuto carenza di acqua per irrigare i campi e le cinque serre della comunità, questo grazie alla pompa d’acqua ad energia solare installata due anni fa con il sostegno della Costa Family Foundation. In questo modo la farm è riuscita a sostenere la comunità con acqua potabile, soccombendo almeno al problema della mancanza di acqua nelle famiglie.
Grazie sempre alla visione della Costa Family Foundation, che ha sostenuto la farm nella costruzione di sei silos per lo stoccaggio di 60.000 kg di grano, è stato possibile far fronte anche alla grave carestia: il cibo inizialmente stoccato per la vendita in momenti più propizi, è stato usato – dopo votazione e consenso unanime della comunità – per l’alimentazione delle famiglie. L’unica preoccupazione è che ora i silos si stanno svuotando e le possibilità di riempimento immediato sono ancora scarse data la perdita generale del raccolto.

Con l’aiuto della Costa Family Foundation nel corso del 2016, la SDF è riuscita ad acquistare e installare una cella frigorifera di 2x5x2m (20m³). Questa cella riesce a stoccare fino a quasi 1.000kg di raccolto fresco come peperoni e pomodori per la durata di tre/quattro settimane, minimizzando in questo modo lo spreco dovuto a deperimento e aumentando il potere di vendita a lungo termine. Questo è un grande passo se si pensa che in Uganda il 20% del cibo viene sprecato e buttato a causa delle scarse possibilità di conservazione, mentre una gran parte della popolazione soffre la fame.
Sempre con i sostegni della fondazione nel corso del 2016, la SDF ha acquistato un pick-up, con il quale si sono risolte le problematiche legate alle tempistiche del trasporto del raccolto al mercato. Prima la farm noleggiava camioncini per il trasporto di terra da usare nelle serre, spendendo ca. 220 dollari a serra. Nella stagione scorsa, grazie all’uso del nuovo pick-up di proprietà, la farm è già riuscita a risparmiare 880 dollari per il trasporto della terra. Sempre lo stesso truck permette alla farm un risparmio di 15 dollari a settimana, perché viene utilizzato anche per il trasporto di ortaggi e uova al mercato di Kampala e Mukono.

Infine, la farm è riuscita a costruire un recinto intorno alle serre rendendole più sicure da animali, ma anche da eventuali furti di estranei. Ora le serre sono controllate da un’entrata/uscita ufficiale. La farm ha anche individuato 25 beneficiari, relativi a 25 famiglie, i quali sono stati istruiti sulle tecniche moderne di allevamento dei maiali. Questa iniziativa rappresenta una delle principali storie di successo dell’attività della farm in relazione al fatto che l’Uganda ha un consumo annuale pro capite di 3,4kg di carne di maiale, il più alto nell’Africa dell’est.

Gli aspetti positivi

  • nonostante la grave carestia in Uganda, la comunità ha cibo a sufficienza, stoccato nei silos, per i prossimi quattro mesi.
  • la farm tempo fa aveva istruito due piloti per il trattore, questo è stato di grande aiuto una volta acquistato il pick-up

I punti critici

 

  • quasi tuti i nostri beneficiari avevano stoccato il loro raccolto con molto anticipo, prevedendo di venderlo poi collettivamente per guadagnare di più e riuscire così a pagare le rette scolastiche per i loro figli nel corso del 2017. Ora che abbiamo dovuto usare il cibo per fare fronte alla carestia, prevediamo che qualcuno di questi bambini, purtroppo, quest’anno non andrà a scuola.
  • abbiamo bisogno di rilanciare le nostre strategie per ricostruire la fiducia dei contadini nell’attività dell’agricoltura. Molti di loro infatti non hanno mai visto una secca così forte, questo li ha scoraggiati molto.

Una lezione per il futuro

 

 

  • sarà necessario istruire i membri della comunità alla raccolta di acqua piovana per far fronte alle eventuali future secche improvvise.
  • i silos non verranno mai svuotati prima che il prossimo raccolto sia pronto per lo stoccaggio, in modo di avere sempre una conserva di cibo a disposizione della comunità.
  • dobbiamo incoraggiare i contadini ad avere due depositi alla banca dei semi: uno per il consumo di cibo in famiglia, l’altro per il raccolto destinato alla vendita. 

 

Elide
Condividi su Facebook

Altri temi attuali

A natale regala un sorriso

Basta poco per fare un regalo speciale e far sorridere un bambino del Togo o una donna in Afghanistan, una semplice donazione che può cambiare la vita alle persone.

Approfondisci

Jhamtse Gatsal

Jhamtse Gatsal in tibetano significa “giardino d’amore e compassione”, è una comunità di 90 bambini orfani, che hanno trovato rifugio nell’orfanotrofio voluto da Lobsang.
Approfondisci

C'è sempre una prima volta

L’8 luglio la Costa Family Foundation ha organizzato un aperitivo di beneficenza all’albergo Posta Marcucci di Bagno Vignoni per presentare il progetto ‘Sangue è vita’.
Approfondisci
Altri temi

Dona il 5X1000 alla Costa Family Foundation! Non costa niente e aiuta molti.

Ecco i dati per il 5X1000

Denominazione: Costa Family Foundation o.n.l.u.s.
Codice fiscale: 92028490214

Mandami i dati tramite e-mail