La terra trema, ma c'é speranza

La terra trema, ma c'é speranza
La terra trema, ma c'é speranza

La scorsa primavera abbiamo accolto la richiesta d’aiuto di Jangmu dal Nepal, arrivataci tramite un amico della fondazione, che da tempo ormai sostiene la famiglia Sherpa.
Cos’era successo? Il terremoto del 25 aprile 2015 aveva distrutto la loro casa, o meglio, aveva danneggiato pesantemente il tetto rendendola inagibile.

Il nostro amico si è detto garante della famiglia, prendendosi addirittura la responsabilità di rimborsare un’eventuale sostegno, se la famiglia Sherpa non fosse stata capace di documentare i lavori al tetto entro 18 mesi.
Così, il 15 marzo 2016 è partito il sostegno di 1.000 euro per la ricostruzione del tetto della casa dei Sherpa. Qualche giorno fa poi, la mail di Jangmu, le notizie sono buone e il cuore si riempie di gioia:

Caro Michil Costa,
calorosi saluti dal Nepal.
Spero che stiate bene. Sono stato nel villaggio e ci sono rimasto per oltre 3 mesi. Ora la casa è ricostruita completamente e la mia famiglia ha di nuovo iniziato a viverci, sono davvero molto felici e grati per il vostro grande sostegno, senza il quale non sarebbe mai stato possibile ricostruire la casa così presto. Ora sono a Kathmandu e mi informo per continuare gli studi universitari. Vi mando qualche foto e la copia dei costi per la costruzione del tetto della casa. Se verrete in Nepal in futuro, sarò felice di portarvi al mio villaggio nella regione dell’Everest (Solukhumbu). La mia famiglia sarebbe felice di vedervi.
Grazie davvero tanto per l’aiuto che avete dato a me e alla mia famiglia. Non lo dimenticheremo mai, per tutta la vita.
Vi auguriamo tutto il bene e sanità.
Jangmu e famiglia

Elide
Condividi su Facebook

Altri temi attuali

A natale regala un sorriso

Basta poco per fare un regalo speciale e far sorridere un bambino del Togo o una donna in Afghanistan, una semplice donazione che può cambiare la vita alle persone.

Approfondisci

Jhamtse Gatsal

Jhamtse Gatsal in tibetano significa “giardino d’amore e compassione”, è una comunità di 90 bambini orfani, che hanno trovato rifugio nell’orfanotrofio voluto da Lobsang.
Approfondisci

C'è sempre una prima volta

L’8 luglio la Costa Family Foundation ha organizzato un aperitivo di beneficenza all’albergo Posta Marcucci di Bagno Vignoni per presentare il progetto ‘Sangue è vita’.
Approfondisci
Altri temi

Dona il 5X1000 alla Costa Family Foundation! Non costa niente e aiuta molti.

Ecco i dati per il 5X1000

Denominazione: Costa Family Foundation o.n.l.u.s.
Codice fiscale: 92028490214

Mandami i dati tramite e-mail