Wine to water

Anno avvio del progetto
2017
Interventi realizzati
65
Beneficiari
26.693
Stato
In corso
Contributo ad oggi
42.505 €
Mappa
Mappa cuore Uganda Uganda

Dal 2012, la Costa Family Foundation si impegna in Uganda con Insieme Si Può Africa (ISP), operante nella remota regione del Karamoja. Conosciuta per il clima semi-arido e le piogge violente, la regione affronta gravi sfide come la malnutrizione diffusa. Il progetto "Wine to Water", avviato nel 2017, mira a migliorare l'accesso all'acqua potabile attraverso soluzioni sostenibili come pozzi riparati, raccolta dell'acqua piovana e sistemi di irrigazione. L'iniziativa promuove anche la sicurezza alimentare, supportando la refezione scolastica e l'agricoltura locale per ridurre la dipendenza dagli aiuti esterni.

Dal 2012 la Costa Family Foundation opera in Uganda, al fianco di Insieme Si Può Africa (ISP), un'associazione con sede a Moroto, nella regione del Karamoja. Questa è tristemente nota come una delle regioni più povere al mondo, caratterizzata da un clima semi-arido e un territorio inospitale, dove le piogge sono concentrate in pochi mesi e si manifestano in maniera violenta e torrenziale. Le estreme condizioni ambientali, esacerbate dal cambiamento climatico che ha ridotto ulteriormente le già scarse e imprevedibili piogge, causano una cronica scarsità d'acqua e malnutrizione. Di conseguenza, circa il 66% dei Karimojong vive sotto la soglia di povertà, con oltre 90.000 bambini e 9.500 donne incinte o in fase di allattamento in condizioni di malnutrizione acuta. Solo il 2% dei bambini ha accesso a una dieta sufficientemente ricca e varia.

Gli aiuti alimentari internazionali hanno spesso scoraggiato l'autosufficienza agricola, creando una deleteria dipendenza. Per contrastare questo fenomeno, è fondamentale proporre soluzioni agroforestali sostenibili che coinvolgano attivamente la popolazione locale. In tale contesto, nel novembre 2016, abbiamo lanciato il progetto "Wine to Water", mirato a migliorare la disponibilità di acqua potabile e a incrementare le risorse d'acqua piovana durante i periodi di siccità.

Le azioni concrete del progetto includono la riparazione e manutenzione di pozzi esistenti, l'installazione di sistemi di raccolta e utilizzo dell'acqua piovana, l'installazione di impianti di irrigazione a goccia per gli orti, la perforazione di un nuovo pozzo e l'installazione di una pompa a mano. Per garantire la sostenibilità del progetto e potenziare le competenze locali, offriamo formazione tecnica ai lavoratori locali, affidando loro l'installazione, la cura e la riparazione degli impianti idrici.

Inoltre, per combattere la malnutrizione e garantire una dieta sana ed equilibrata, è fondamentale assicurare la refezione scolastica, spesso l'unico pasto giornaliero per molti bambini della regione. Questo incentivo spinge le famiglie a mandare i propri figli a scuola, riducendo il lavoro minorile. Anche grazie al prezioso contributo di STI e della Costa Family Foundation, con il progetto "Wine to Water" il partner locale ISP in Africa (ISP) ha potuto realizzare un intervento volto a sostenere lo sforzo delle realtà locali che quotidianamente lottano contro la malnutrizione e promuovono un’istruzione di qualità a prezzi molto bassi (a volte gratuitamente) perché la scuola sia accessibile anche alle famiglie in situazioni di grave vulnerabilità economica e sociale.

In particolare, lo staff di ISP ha installato un sistema di irrigazione per favorire la coltivazione dell’orto all’interno del “Gift of Mary Learning Centre” di Katanaga, alle porte di Moroto (Karamoja). Questo è una scuola gestita dalle Missionaries of Charity Sisters of Mother Teresa (ossia le Suore di Madre Teresa) in cui sono attualmente iscritti 300 ragazzi e bambini dei primi anni delle elementari. Per bambini e ragazzi che non rientrano nei parametri di accesso al Centro, ma che necessitano di un sostegno o di accoglienza, le Charity Sisters offrono borse di studio per le scuole di Moroto e supportano mensilmente le famiglie con cibo, sapone e detersivo per il bucato. Le Charity Sisters gestiscono inoltre un orfanotrofio a Moroto, in cui vengono accolti bambini malati, malnutriti, denutriti e giovani madri in difficoltà, e nel quale ogni giorno vengono offerti circa 200 pasti gratuiti alla popolazione locale.

All’interno della scuola di Katanga, è coltivato un grande orto: fonte di verdure, legumi e frutta, per garantire una dieta sana e ricca a tutti i bambini e ragazzi frequentanti il centro
e l’orfanotrofio. Parte del raccolto viene anche distribuito alle comunità circostanti più vulnerabili. All’interno del centro è stato piantato anche un frutteto in cui crescono arance,
limoni, manghi, passion fruits, banane e papaya.

La motorizzazione del pozzo presente presso la scuola e la realizzazione di un sistema di irrigazione risultava realmente necessario per permettere ed assicurare continuità alla
coltivazione dell’orto durante i mesi più secchi ed aridi, durante i quali le comunità soffrono maggiormente la fame e le attività agricole richiedono un costante investimento di energie e
risorse.

Leggi il Report completo

Condividi su Facebook

Altri progetti in Uganda

Anno avvio del progetto
2017
Beneficiari
750
Stato
In corso
Contributo ad oggi
96.909,88 €

Choose Life

Sono in atto, per il secondo anno consecutivo, le attività in sostegno delle categorie più svantaggiate ed emarginate nell’area di Moroto, nel nord dell’Uganda. Si tratta di iniziative svolte in collaborazione con le associazioni Choose Life Home Based Care e Insieme Si Può in Africa.

Approfondisci

Scuole Verdi in Karamoja

Gli indici di sviluppo globali mostrano come il Karamoja sia una delle aree più arretrate dell'Uganda. Aiutare e sostenere le scuole è uno dei passi più importanti per dare un aiuto concreto e uscire dall’emergenza.

Approfondisci
Progetto nato nel
2012
Contributo ad oggi
200.000 €
Paese
Uganda
Stato
In corso

Dona il 5X1000 alla Costa Family Foundation! Non costa niente e aiuta molti.

Ecco i dati per il 5X1000

Denominazione: Costa Family Foundation o.n.l.u.s.
Codice fiscale: 92028490214

Mandami i dati tramite e-mail