La nostra grande famiglia

Famiglia come comunità. Famiglia che si espande al di là del suo nucleo originale.
Che prende vita aprendosi come i petali di un fiore. Famiglia come bene comune.

Un gruppo di persone che gestisce in comune i beni e le risorse, distribuendo possibilità in modo concreto, uscendo dalla logica del singolo per aprirsi verso gli altri. Un insieme di individui che vuole creare ponti e non muri, partendo dal basso per guardare in alto e volare oltre le Dolomiti, verso lidi lontani. Una famiglia allargata, di collaboratori volontari, di amici che chiamiamo per nome: Suor Patrizia, Maristella, Daniele, le donne afgane, i collaboratori in Uganda e tutti i sostenitori, grazie ai quali piccole cose tangibili e per questo grandi, sono possibili. Un seme, un albero, una pecora, una medicina, una scuola che, grazie a un lavoro costante di sensibilizzazione ed educazione, possiamo iniziare a declinare al plurale, dall’India all’Afghanistan e Nepal, dall’Uganda al Togo.

I collaboratori

La Fondazione vive grazie alle persone che collaborano gratuitamente alla realizzazione dei vari progetti. Ogni collaboratore non solo condivide principi e valori della Fondazione ma è parte integrante della sua evoluzione, del suo trovare ogni giorno la linfa necessaria per conoscere nuove realtà, reperire fondi per sostenere tutte le iniziative che s'intraprendono.
I collaboratori, presi singolarmente, sono persone che donano esperienza ed entusiasmo, contagiando positivamente il lavoro altrui.
I collaboratori, nel loro insieme, sono il motore pulito della Fondazione.
Senza l'aiuto, il sostegno, la vitalità, l'energia dei collaboratori la Fondazione non esisterebbe.

Elide
Joe
Merch
Michil
Nicolò
Francesco
Francesco
Verena
Maximilian, Mathias, Ernesto, Anni e Michil Costa

Devo lasciare un biglietto a mio nipote: la richiesta di perdono per non avergli lasciato un mondo migliore di quello che è.
Andrea Zanzotto

Costa Family Foundation Logo
La Famiglia Costa

Genitori e figli. Una storia lunga come il mondo. Che qui si srotola sui pendii dei monti per saltare in lungo e in largo senza sosta. Una famiglia sempre in movimento e pur sempre ancorata al suo punto di partenza: che sono le Dolomiti. Una famiglia di grande respiro e dall’ampio sorriso. Che contagia e coinvolge, che non lascia indifferenti. Perché non ha mai creduto nell’indifferenza.

Annie ed Ernesto creano nel 1956 l’Hotel La Perla. Poi creano Michil, Mathias e Maximilian. E gli anni rotolano, inseguendosi tra infanzia, adolescenza, giovinezza e maturità. C’è un legame forte, però, che unisce ogni cosa. Come le Dolomiti e il Tibet, ad esempio. Qui il benessere, e una natura da salvaguardare dal troppo consumo, là un popolo in esilio. Nel mezzo un’idea di montagna come territorio di pace condivisa. E’ dall’incontro fra Michil e Joe e Madame Jetsun Pena, sorella del Dalai Lama, avvenuto in India nel 2007 che nasce l’idea di creare una fondazione senza scopo di lucro, apartitica e aconfessionale, che svolga la propria attività nel settore della cooperazione in favore delle popolazioni dei paesi in via di sviluppo, dell’assistenza psicologica, sociale, pedagogica e socio-sanitaria, come di ogni altra forma di assistenza e soccorso ai bambini che vivono in condizioni disagiate o di emergenza. L’idea si trasforma in realtà il 19 settembre del 2007. Ed è ancora in divenire.

Dona il 5X1000 alla Costa Family Foundation! Non costa niente e aiuta molti.

Ecco i dati per il 5X1000

Denominazione: Costa Family Foundation o.n.l.u.s.
Codice fiscale: 92028490214

Mandami i dati tramite e-mail